Configurazione dell'accesso agli URL di Outlook Web App

 

Si applica a: Office 365 for professionals and small businesses, Office 365 for enterprises, Live@edu

Ultima modifica dell'argomento: 2012-12-05

Affinché gli utenti possano accedere alla loro cassetta postale di Exchange Online tramite Outlook Web App, è necessario dire loro quale URL utilizzare. Sono disponibili le opzioni seguenti:

Si preferisce una procedura semplificata? Nessun problema!

  • Per Microsoft Live@edu, utilizzare http://outlook.com.

  • Per Microsoft Office 365, soprattutto Microsoft Office 365 per professionisti e piccole imprese, utilizzare http://mail.office365.com.

    Nota   Dal momento che l'identità federativa e le distribuzioni ibride non sono altrettanto semplici, è opportuno seguire le istruzioni fornite più avanti in questo argomento in Identità federativa in Office 365 per le imprese. Inoltre, non è possibile utilizzare https nell'URL con mail.office365.com. Anche se inizia con http, l'URL viene immediatamente reindirizzato in modo che utilizzi https per l'intera sessione, incluse le operazioni di autenticazione e accesso alla cassetta postale in Outlook Web App.

Si preferisce fornire un URL personalizzato per l'organizzazione? Ad esempio, se il dominio è contoso.com, si desidera che gli utenti accedano alle loro cassette postali all'indirizzo http://webmail.contoso.com? In questo caso, è necessario un po' di lavoro.

Di seguito sono illustrate le opzioni per gli URL personalizzati per Microsoft Office 365 e per Live@edu.

Microsoft Office 365

Live@edu

Identità non federata in Office 365

Con l'identità non federata, tutti gli utenti che dispongono di cassette postali nel cloud utilizzano credenziali generate da Office 365 per accedere alle risorse di Microsoft Office 365. È possibile creare nuovi account utente e password per gli utenti di Office 365 nel portale di Office 365. In alternativa, in Office 365 per aziende è possibile utilizzare la sincronizzazione della directory per eseguire automaticamente il provisioning degli utenti da Active Directory locale. In entrambi i modi le credenziali vengono generate e gestite da Office 365.

URL di accesso diretto in Office 365

In questo esempio, il dominio di Office 365 è contoso.com. Gli account degli utenti di Office 365 sono in questo dominio.

Gli utenti di Office 365 possono accedere direttamente alle cassette postali presso i seguenti URL:

  • http://mail.office365.com

  • http://outlook.com/contoso.com

    Nota   Come spiegato in precedenza, non è possibile utilizzare "https" nell'URL con mail.office365.com.

Inizio pagina

URL personalizzato utilizzando un record CNAME in Office 365

Quando si crea un record CNAME sul servizio di hosting DNS per il dominio di Office 365, è possibile fornire agli utenti un URL personalizzato per l'apertura delle cassette postali tramite Outlook Web App. Ad esempio, se il dominio di Office 365 è contoso.com, configurare un record CNAME in modo che webmail.contoso.com reindirizzi gli utenti a mail.office365.com. È possibile indicare agli utenti di Office 365 di accedere alle loro cassette postali all'indirizzo http://webmail.contoso.com. Il record CNAME è di questo tipo:

  • Alias   webmail

  • Destinazione   mail.office365.com

Il vantaggio offerto dall'utilizzo di un record CNAME per un URL personalizzato è rappresentato dalla facilità di configurazione di questo record.

Di seguito sono indicati gli svantaggi legati all'utilizzo di un record CNAME per un URL personalizzato:

  • Non è molto flessibile. Un record CNAME non può puntare direttamente a una destinazione URL quale http://outlook.com/<nome_dominio>. La destinazione deve essere un nome host DNS valido, ad esempio, mail.office365.com.

  • Non è possibile applicare SSL all'URL personalizzato. Tuttavia, anche se non si applica SSL all'URL personalizzato, nella pagina di accesso in cui gli utenti forniscono le credenziali è applicato SSL e le credenziali fornite dagli utenti sono crittografate. L'accesso a tutti i servizi di Office 365 è protetto da SSL, indipendentemente dall'utilizzo di SSL nell'URL.

Inizio pagina

URL personalizzato utilizzando il reindirizzamento della pagina Web in Office 365

Se si utilizza un server Web accessibile pubblicamente da Internet, è possibile configurare un sito Web che reindirizzi gli utenti a Exchange Online. Ad esempio, è possibile configurare il sito Web http://webmail.contoso.com in modo che reindirizzi gli utenti a http://mail.office365.com oppure http://outlook.com/contoso.com.

Come si configura il reindirizzamento di una pagina Web? Dipende dal server Web utilizzato.

Di seguito sono indicati i vantaggi legati all'utilizzo del reindirizzamento di una pagina Web per un URL personalizzato:

  • È molto flessibile. È possibile configurare la pagina Web in modo che reindirizzi gli utenti a un URL, non semplicemente un nome host. È inoltre possibile controllare il funzionamento del reindirizzamento. Ad esempio:

    • Si desidera che la pagina Web reindirizzi automaticamente gli utenti a Exchange Online?

    • Si desidera che gli utenti visualizzino una pagina di stato personalizzata prima del reindirizzamento a Exchange Online?

    • Si desidera fornire agli utenti un intero portale dove possano accedere a Outlook Web App facendo clic su un pulsante o un collegamento?

  • È possibile applicare SSL all'URL personalizzato. Tenere presente che a questo scopo è necessario stabilire come procedere quando gli utenti accedono all'URL personalizzato utilizzando http://. Si desidera che vengano reindirizzati automaticamente a https:// oppure si desidera che il reindirizzamento venga interrotto con un messaggio di errore che indica https:// come necessario?

Lo svantaggio legato all'utilizzo del reindirizzamento di una pagina Web per un URL personalizzato è rappresentato dal maggior lavoro di configurazione necessario rispetto al reindirizzamento CNAME.

Inizio pagina

Identità federativa in Office 365 per le imprese

Se si utilizza l'identità federativa in Office 365 per aziende, gli utenti con cassette postali di Exchange Online possono utilizzare le loro credenziali Active Directory locali per accedere alle cassette postali di Exchange Online e a tutte le altre risorse di Office 365. Per ulteriori informazioni, vedere Distribuzione ibrida e migrazione di Exchange con Office 365.

URL di accesso diretto in Office 365 per gli utenti federati

In questo esempio, il dominio federato di Office 365 è contoso.com. Gli account e gli indirizzi di posta elettronica degli utenti federati di Office 365 sono in questo dominio. Ad esempio, l'utente Tamara Johnston ha l'indirizzo di posta elettronica e l'identità tamara.johnston@contoso.com.

Gli utenti federati di Office 365 possono accedere direttamente alle cassette postali presso i seguenti URL:

  • http://outlook.com/contoso.com

  • http://outlook.com/owa/contoso.com

Nota   Gli utenti federati non possono utilizzare http://outlook.com direttamente. L'URL deve contenere il nome di dominio che consente di stabilire dove eseguire l'autenticazione degli utenti.

Inizio pagina

URL personalizzato utilizzando un record CNAME in Office 365 per gli utenti federati

Quando si crea un record CNAME sul servizio di hosting DNS per il dominio federato di Office 365, è possibile fornire agli utenti un URL personalizzato per l'apertura delle cassette postali tramite Outlook Web App. Ad esempio, se il dominio federato di Office 365 è contoso.com, configurare un record CNAME in modo che cloudmail.contoso.com reindirizzi gli utenti a outlook.com. È possibile indicare agli utenti federati di Office 365 di accedere alle loro cassette postali all'indirizzo http://cloudmail.contoso.com. Il record CNAME è di questo tipo:

  • Alias   cloudmail

  • Destinazione   outlook.com

Il vantaggio offerto dall'utilizzo di un record CNAME per un URL personalizzato è rappresentato dalla facilità di configurazione di questo record.

Di seguito sono indicati gli svantaggi legati all'utilizzo di un record CNAME per un URL personalizzato:

  • Il dominio di livello superiore del record CNAME corrisponde al dominio di Office 365. Ad esempio, per utilizzare il record CNAME cloudmail.contoso.com, il nome del dominio federato di Office 365 deve essere contoso.com. Non è possibile utilizzare il record CNAME cloudmail.fabrikam.com se il dominio federato di Office 365 è contoso.com.

  • Fare attenzione quando si utilizzano sottodomini nel record CNAME. Ad esempio, se il dominio federato di Office 365 è contoso.com, è possibile utilizzare il record CNAME cloudmail.contoso.com, ma non cloudmail.test.contoso.com. Allo stesso modo, se il dominio federato di Office 365 è contractors.contoso.com, è possibile utilizzare il record CNAME cloudmail.contractors.contoso.com, ma non cloudmail.test.contractors.contoso.com oppure cloudmail.contoso.com.

  • Non è molto flessibile. Un record CNAME non può puntare direttamente a una destinazione URL quale http://outlook.com/<nome_dominio>. La destinazione deve essere un nome host DNS valido, ad esempio, outlook.com.

  • Non è possibile applicare SSL all'URL personalizzato. Tuttavia, anche se non si applica SSL all'URL personalizzato, nella pagina di accesso in cui gli utenti forniscono le credenziali è applicato SSL e le credenziali fornite dagli utenti sono crittografate. L'accesso a tutti i servizi di Office 365 è protetto da SSL, indipendentemente dall'utilizzo di SSL nell'URL.

URL personalizzato utilizzando il reindirizzamento della pagina Web in Office 365 per gli utenti federati

Se si utilizza un server Web accessibile pubblicamente da Internet, è possibile configurare un sito Web che reindirizzi gli utenti federati di Office 365 a Exchange Online. Ad esempio, è possibile configurare il sito Web http://cloudmail.contoso.com in modo che reindirizzi gli utenti a http://outlook.com/contoso.com oppure http://outlook.com/owa/contoso.com.

Come si configura il reindirizzamento di una pagina Web? Dipende dal server Web utilizzato.

Di seguito sono indicati i vantaggi legati all'utilizzo del reindirizzamento di una pagina Web per un URL personalizzato:

  • È molto flessibile. È possibile configurare la pagina Web in modo che reindirizzi gli utenti a un URL, non semplicemente un nome host. È inoltre possibile controllare il funzionamento del reindirizzamento. Ad esempio:

    • Si desidera che la pagina Web reindirizzi automaticamente gli utenti a Exchange Online?

    • Si desidera che gli utenti visualizzino una pagina di stato personalizzata prima del reindirizzamento a Exchange Online?

    • Si desidera fornire agli utenti un intero portale dove possano accedere a Outlook Web App facendo clic su un pulsante o un collegamento?

  • È possibile applicare SSL all'URL personalizzato. Tenere presente che a questo scopo è necessario stabilire come procedere quando gli utenti accedono all'URL personalizzato utilizzando http://. Si desidera che vengano reindirizzati automaticamente a https:// oppure si desidera che il reindirizzamento venga interrotto con un messaggio di errore che indica https:// come necessario?

Lo svantaggio legato all'utilizzo del reindirizzamento di una pagina Web per un URL personalizzato è rappresentato dal maggior lavoro di configurazione necessario rispetto al reindirizzamento CNAME.

Inizio pagina

Considerazioni particolari per le distribuzioni ibride

Una distribuzione ibrida è una soluzione di messaggistica completa traOffice 365 per aziende e un'organizzazione Exchange locale. Alcune cassette postali si trovano nell'organizzazione Exchange locale, mentre altre sono in Office 365 per aziende. Gli utenti delle cassette postali locali e quelli delle cassette postali di Exchange Online non possono utilizzare lo stesso URL di Outlook Web App per l'accesso. Tuttavia, è possibile utilizzare l'URL di Outlook Web App locale per fornire agli utenti delle cassette postali di Exchange Online informazioni sull'URL di Outlook Web App adatto a loro. Per ulteriori informazioni, vedere gli argomenti seguenti:

La strategia consigliata per l'URL di Outlook Web App nel caso di distribuzioni ibride è l'utilizzo di un record CNAME combinato con il parametro TargetOwaURL nel cmdlet Set-OrganizationRelationship così come illustrato negli argomenti dedicati alle distribuzioni ibride. Risultato: quando un utente tenta di accedere a una cassetta postale di Exchange Online tramite l'URL di Outlook Web App per gli utenti di cassette postali locali, il processo di accesso si interrompe e viene visualizzato l'URL di Outlook Web App dedicato agli utenti con cassette postali di Exchange Online. Gli utenti di Exchange Online non verranno automaticamente reindirizzati all'URL per Exchange Online. Devono selezionare il collegamento visualizzato e hanno la possibilità di aggiungere l'URL ai Preferiti. Di seguito sono fornite ulteriori indicazioni:

  • L'URL di Outlook Web App per gli utenti di cassette postali locali deve essere diverso dall'URL di Outlook Web App per gli utenti di cassette postali di Exchange Online. Ad esempio, se l'URL per gli utenti di cassette postali locali è http://webmail.contoso.com, utilizzare http://cloudmail.contoso.com per gli utenti di Exchange Online.

  • Creare il record CNAME come illustrato nella sezione URL personalizzato utilizzando un record CNAME in Office 365 per gli utenti federati di questo argomento. Ad esempio, se il dominio federato di Office 365 è contoso.com, creare un record CNAME per cloudmail.contoso.com che punti a outlook.com.

  • Per il parametro TargetOwaURL nel cmdlet Set-OrganizationRelationship, specificare un URL che contiene il record CNAME per gli utenti di cassette postali di Exchange Online. Ad esempio, se il record CNAME per gli utenti di Exchange Online è cloudmail.contoso.com, utilizzare http://cloudmail.contoso.com come valore del parametro TargetOwaURL.

URL di accesso diretto in Live@edu

In questo esempio, il dominio di Live@edu è contoso.edu. Gli Windows Live ID degli utenti di Live@edu sono in questo dominio.

Gli utenti di Live@edu possono accedere direttamente alle cassette postali presso i seguenti URL:

  • http://outlook.com

  • http://outlook.com/contoso.edu

Note   Al momento, entrambi gli URL funzionano correttamente. Tuttavia, è probabile che le future modifiche richiederanno l'utilizzo di http://outlook.com/<nome_dominio>. Perché non iniziare subito?

Inizio pagina

URL personalizzato utilizzando un record CNAME in Live@edu

Quando si crea un record CNAME sul servizio di hosting DNS per il dominio di Live@edu, è possibile fornire agli utenti un URL personalizzato per l'apertura delle cassette postali tramite Outlook Web App. Ad esempio, se il dominio di Live@edu è contoso.com, configurare un record CNAME in modo che webmail.contoso.edu reindirizzi gli utenti a outlook.com. È possibile indicare agli utenti di Live@edu di accedere alle loro cassette postali all'indirizzo http://webmail.contoso.edu. Il record CNAME è di questo tipo:

  • Alias   webmail

  • Destinazione   outlook.com

Il vantaggio offerto dall'utilizzo di un record CNAME per un URL personalizzato è rappresentato dalla facilità di configurazione di questo record.

Di seguito sono indicati gli svantaggi legati all'utilizzo di un record CNAME per un URL personalizzato:

  • Non è molto flessibile. Un record CNAME non può puntare direttamente a una destinazione URL quale http://outlook.com/<nome_dominio>. La destinazione deve essere un nome host DNS valido, ad esempio, outlook.com.

  • Non è possibile applicare SSL all'URL personalizzato. Tuttavia, anche se non si applica SSL all'URL personalizzato, nella pagina di accesso in cui gli utenti forniscono le credenziali è applicato SSL e le credenziali fornite dagli utenti sono crittografate.

Inizio pagina

URL personalizzato utilizzando il reindirizzamento della pagina Web in Live@edu

Se si utilizza un server Web accessibile pubblicamente da Internet, è possibile configurare un sito Web che reindirizzi gli utenti a Exchange Online. Ad esempio, è possibile configurare il sito Web http://webmail.contoso.edu in modo che reindirizzi gli utenti a http://outlook.com oppure http://outlook.com/contoso.edu.

Come si configura il reindirizzamento di una pagina Web? Dipende dal server Web utilizzato.

Di seguito sono indicati i vantaggi legati all'utilizzo del reindirizzamento di una pagina Web per un URL personalizzato:

  • È molto flessibile. È possibile configurare la pagina Web in modo che reindirizzi gli utenti a un URL, non semplicemente un nome host. È inoltre possibile controllare il funzionamento del reindirizzamento. Ad esempio:

    • Si desidera che la pagina Web reindirizzi automaticamente gli utenti a Exchange Online?

    • Si desidera che gli utenti visualizzino una pagina di stato personalizzata prima del reindirizzamento a Exchange Online?

    • Si desidera fornire agli utenti un intero portale dove possano accedere a Outlook Web App facendo clic su un pulsante o un collegamento?

  • È possibile applicare SSL all'URL personalizzato. Tenere presente che a questo scopo è necessario stabilire come procedere quando gli utenti accedono all'URL personalizzato utilizzando http://. Si desidera che vengano reindirizzati automaticamente a https:// oppure si desidera che il reindirizzamento venga interrotto con un messaggio di errore che indica https:// come necessario?

Lo svantaggio legato all'utilizzo del reindirizzamento di una pagina Web per un URL personalizzato è rappresentato dal maggior lavoro di configurazione necessario rispetto al reindirizzamento CNAME.

Inizio pagina

 
Argomenti correlati
Caricamento in corso...
Nessuna risorsa trovata.